permalink

1

1 milione e mezzo di euro per la pubblicità referendaria, tutto pagato dai cittadini

pubblicità referendum

A fronte dei 46 milioni di euro previsti, il referendum per l’autonomia ne sta già costando di più. Per la massiccia campagna pubblicitaria con i manifesti che da alcuni giorni in tutto il territorio hanno invaso strade e mezzi di trasporto, oltre alle inserzioni web, la Regione sta spendendo 1 milione e 363 mila euro aggiuntivi, contando persino di aumentare ulteriormente la cifra in occasione dell’assestamento di bilancio. Stanno costruendo un’epopea su un appuntamento che è solo propaganda e che ai lombardi non porterà nessuna maggiore autonomia prima di una trattativa con il governo, comunque realizzabile a costo zero, e tantomeno nessun gettito fiscale trattenuto qui

Al di là del dettaglio che l’ideazione e la grafica di questa campagna, un layout lineare ripetuto identico nei vari formati, siano costate ben 52 mila euro, ogni centesimo impiegato per questo referendum è sottratto a investimenti che abbiano una qualche utilità per i problemi reali, dall’emergenza casa ai disservizi ferroviari. Maroni si sta facendo un bel pezzo di campagna elettorale a spese di tutti i cittadini.