permalink

off

22 settembre 2011 – Milano

COMUNICATO STAMPA
Dichiarazione di Chiara Cremonesi
capogruppo regionale Sinistra Ecologia Libertà

GIRO DI VITE SULL’ABBIGLIAMENTO IN AULA: MA PER LE CAMICIE DI FORMIGONI CI SARÀ UNA DEROGA?

Battute a parte, ben altri i problemi di dignità del Consiglio

“Per Johnny Stecchino il problema di Palermo è il traffico, per Davide Boni quello della Lombardia è l’abbigliamento dei consiglieri regionali. Tanto che per discuterne e proporre una modifica del regolamento ha convocato la conferenza dei capigruppo.

Dice che basta. Serve un giro di vite. Perché lui non vorrebbe “più vedere in Aula consiglieri con la camicia fuori o la felpa”.

Pensi che noi invece, caro presidente Boni, prima di tutto non vorremmo più vedere in Aula – e persino proprio al suo fianco – consiglieri decorosamente vestiti, ma coinvolti in vicende giudiziarie pesanti, che spaziano dal favoreggiamento della prostituzione, anche minorile, a questioni di ‘ndrangheta.

Il suo nobile fine è tutelare la “dignità dell’istituzione”? Per farlo occorre ben altro.

Non saranno certo né una cravatta né una camicia ben abbottonata a far dimenticare i casi Minetti e Ponzoni, i consiglieri che prendono il cappuccino al bar durante l’inno d’Italia, le boutade fasciste dell’assessore La Russa, le firme false di Formigoni.

E giusto a proposito di Formigoni: Presidente Boni, ci dica, per le sue camicie ci sarà una deroga?”

Comments are closed.