permalink

1

8 marzo: quando la politica si fa spot

Il titolo recita: ‘8 marzo, non retorica ma politica per le donne’. Il testo, subito sotto, spiega come per Formigoni ciò significhi regalare a tutti i bambini che nasceranno domani un corredo firmato Frette.

Meglio la retorica, verrebbe da dire, di un’iniziativa così imbarazzante. Che peraltro, insieme all’apertura straordinaria del belvedere di Palazzo Lombardia, a un convegno e all’ennesima propaganda sui soldi stanziati per il Fondo Nasko, esaurisce l’impegno della Regione in occasione dell’8 marzo.

La Giunta di Regione Lombardia

Di fronte alle difficoltà di una crisi che colpisce in particolar modo le donne e della cronica assenza di servizi che garantiscano la possibilità di una vera conciliazione tra vita familiare e lavorativa, lascia davvero sconcertati che Regione Lombardia, in questa ricorrenza simbolica dedicata alla tutela dei diritti, si vanti di distribuire corredini ai neonati, prendendo in considerazione esclusivamente l’aspetto della maternità.

Crediamo si tratti di una trovata che non è soltanto insufficiente, ma che risulta proprio offensiva, che avvilisce le donne, il loro ruolo, la loro complessità e l’importanza della giornata.

Del resto ciò avviene in totale coerenza, per una Regione che da sempre latita sulle politiche di genere, che lavora per limitare sistematicamente la libertà e l’autodeterminazione femminile, che conta quattordici assessori maschi su sedici.

1 Comment

  1. Formigoni, l’unico regalo che può fare alle donne è andarsene. Tra l’altro il fondo nasko, che Regione pubblicizza come “tutela della maternità”, si rivolge solo alle donne che vorrebbero abortire ma decidono di non farlo..

Lascia un Commento