permalink

2

A proposito di grattacieli da sgomberare

Ora, che Formigoni non capisca di arte ce lo suggerisce già l’estetica delle sue camicie e ce lo confermano i tagli alla cultura praticati in questi anni.

Di più, che non capisca di tutela della legalità ce lo indicano gli assessori, i consiglieri e le consigliere indagate nella sua maggioranza.

Su Macao quindi abbia la dignità del silenzio e taccia: perché sgomberare per lui, a rigore, vorrebbe dire dare le dimissioni.

ps. A proposito, ma quel grattacielo vuoto in questi 15 anni non lo ha mai visto?
Eppure avrebbe dovuto vederlo bene dal suo comodo ufficio all’infinitesimo piano cui è abituato e soprattutto avrebbe potuto acquistarlo, utilizzarlo, anziché costruirne un altro su quello che era il boschetto di Gioia.

2 Comments

  1. Marialuisa Damiani 16 maggio 2012 at 23:33 Reply

    il boschetto di gioia…una perla in mezzo ai palazzoni…è stato un vero dolore vederlo distrutto per quell’orrore di vetro..non si potrà mai perdonare questo scempio al furmiga…..veramente anche altre cose non gli si possono perdonare

  2. Il boschetto di Gioia,se ben ricordo,era l’unico palazzo con un pò di decoro,in mezzo a tutti quei fabbricati di cartapesta,che sòn più che venuti sù,ad infestare la zona!!!!MAREMMA MAIALA!!Ma e ti sembra che a un tale vandalo dell’ambiente cittadino,dell’ecosistema urbano,quanto della libertà di pensiero della popolazione civile…: DEBBA ANCORA ESSERE LASCIATO IL PERMESSO DI STARSENE LASSù A FARSI I C…PROPRI,ALLA FACCIA DI TUTTI…!!!???MAREMMA INCAPONITA CHE JE CAPITI!!OCCHè ‘N CAPRONE JE VADA A SFIATA’ TRA LE NARI…TUTTI I GAS MEFITICI D’UNA PESSIMA COLAZIONE!!!!!Ciao né?S’andrhò

Lascia un Commento