permalink

1

Al via il registro delle Unioni

Oggi a Milano, con l’avvio del registro delle Unioni Civli, si è aperta una nuova, splendida pagina per il riconoscimento dei diritti per tutte e tutti.

Finalmente le prime 90 coppie (60 eterosessuali e 30 omosessuali)  potranno uscire dal cono d’ombra in cui, fino a ora, sono state relegate. E non si tratta solo di una questione legale, ma soprattutto di un riconoscimento culturale e sociale, perché ogni persona deve poter decidere liberamente il proprio percorso di vita e poter avere al suo fianco la persona che ama.

E’ con gioia, quindi, che faccio i migliori auguri alla prima coppia a potersi registrare, Paolo Hutter e Paolo Oddi, e a tutte le numerose altre che da oggi potranno essere riconosciute in una Milano più aperta e maggiormente plurale

1 Comment

  1. Non sono gey, ma condivido pienamente la libertà di sesso.

    Alcuni anni orsono scrisse questa poesia:

    Un clown, cosi!

    Si guarda allo specchio e bianco si vede,
    ma trucco non è,
    col trucco copre le pene di quel viso segnato.

    Vive in quell’amor nascosto che divulgar non può.

    Mettendosi quel timido riso in bocca in pista và,
    come se chiedesse scusa al mondo intero,
    perché è uno cosi.

    Tanti gli hanno chiuso la porta, perché è così

    Per tutti è un libro aperto,
    ma nessuno lo comprende,
    perché è un artista,
    altro mestiere non sa far.

    Ecco, che dona il meglio del suo essere, cosi.

    E lì, come ogni sera con i gesti divertir fa
    perché balla con il cuscino,
    la gente applaude e ride.
    Quante volte avrebbe voluto aprire il cuore al suo pubblico,
    e dire: .

    Ha paura, ancora una volta che le chiudono la porta.

    Intorno a sé ha tanta fragilità e poesia.
    aspetta quell’amore che non arriva,
    perché insegue un sogno che forse non si avvererà mai.

    Aspetta con ansia i frammenti d’amore
    dato che il suo uomo una vera al dito ha.

    È un’artista canta gioia e dolore, canta la vita,
    all’alba stanco, parrucca e trucco toglierà,
    allo specchio si guarda,
    e pensa agli amori, privi d’amore.

    Demoliamo questo muro di fumo, ricordiamoci, l’amore non ha sesso

    Novembre 09 Mino Fauzia di Torino.

Lascia un Commento