permalink

0

Alfa Arese: subito il tavolo regionale per i 161 lavoratori in trasferimento a Torino

Il 9 aprile scadrà il periodo di cassa integrazione per i 161 dipendenti Fiat e Powertrain di Arese, che l’azienda intende mandare a Torino.

La Regione ha il dovere e la responsabilità politica di intervenire, proprio come oggi hanno chiesto i lavoratori in presidio al Pirellone ricevuti poi in Consiglio.

Il ripristino del tavolo regionale per la cassa integrazione in deroga è di certo la misura da assumere con urgenza in modo da evitare i trasferimenti nel capoluogo piemontese che, peraltro, rischiano di configurarsi come l’anticamera del licenziamento.

E’ necessaria, inoltre, un’attenzione reale della Giunta regionale, finora latitante, riguardo all’area.
Tutti i ragionamenti sul mantenimento della vocazione produttiva dell’ex-Alfa di Arese e del suo rilancio come Polo per la mobilità sostenibile si sono di fatto svuotati per l’evidente disinteresse della Fiat e per un interesse unicamente di facciata e propagandistico da parte del Governo e del centro-destra lombardo.
In tutti questi anni si sono visti unicamente annunci, persino accordi firmati e mai rispettati, ma nessuna iniziativa concreta.

Sinistra Ecologia e Libertà sarà impegnata a richiamare il Consiglio e la Regione agli impegni assunti nei confronti dei lavoratori e per una politica strategica capace di valorizzare un patrimonio industriale e occupazionale di primaria importanza.

Lascia un Commento