permalink

0

Assurdo rinunciare a via Bolla

Bolla

Meno di un mese fa, il Consiglio regionale aveva approvato all’unanimità, in sede di manovra finanziaria, un mio ordine del giorno che chiedeva di appostare le risorse necessarie per l’abbattimento e la ricostruzione degli stabili di via Bolla, dove da anni si trascina una situazione di pesantissimo degrado. Oggi invece si scopre dal bilancio preventivo di Aler l’intenzione di cedere quegli edifici a un operatore immobiliare.

Qualcosa non torna.
Un’operazione del genere contravviene a quanto promesso a più riprese dalla stessa Regione Lombardia che si era impegnata per una riqualificazione di quei palazzi, come chiesto anche dal municipio e dal Comune. Ancora una volta emerge la pessima gestione che questo centrodestra regionale ha fatto del patrimonio edilizio pubblico, con una propensione a svendere anziché offrire risposte vere ai bisogni dei lombardi e soluzioni capaci di garantire il fondamentale diritto all’abitare

Lascia un Commento