permalink

0

Brava SEL!!!

Dalla pagina facebooknorlevo di Sinistra Ecologia Libertà

«Nei giorni scorsi il personale medico della Camera non ha prescritto la pillola del giorno dopo ad una deputata, motivando il rifiuto come “un caso di coscienza”.
Nel nostro Paese casi del genere avvengono quotidianamente sia nelle strutt…ure pubbliche che in quelle private. Per non parlare di alcune farmacie, dove si sostiene perfino che si tratti di un presidio abortivo – cosa che non è – e anche in quel caso scatta l’obiezione di coscienza. Tutto questo nonostante recentemente la Camera abbia impegnato l’esecutivo a garantire la piena applicazione della legge 194.
Gentile Ministra, alleghiamo a questa nostra lettera una confezione del contraccettivo di emergenza in vendita in farmacia. Perché senza diritto di scelta, parlare di salute della donna è l’ennesima truffa di una politica che non serve a niente. E l’obiezione di coscienza diventa solo omissione di coscienza».
Le parlamentari e i parlamentari di Sel

Lascia un Commento