permalink

0

Carenze sul controllo degli appalti, Sel si astiene

La legge per la prevenzione e il contrasto della criminalità, approvata oggi in Consiglio Regionale, rappresenta indubbiamente un passo avanti rispetto alla legislazione attuale, ma si dimostra carente sotto diversi aspetti sui quali sappiamo incentrarsi l’interesse delle mafie, anche in prospettiva dell’Expo.

Su questi aspetti si concentravano le tre proposte integrative presentate dal gruppo di Sinistra Ecologia e Libertà: la piena tracciabilità delle operazioni relative non solo genericamente ai contratti e agli appalti, ma all’intera filiera fino ai sub-affidatari e ai fornitori; la retribuzione dei lavoratori tramite bonifici o assegni circolari al fine di evitare fenomeni di caporalato e facilitare la regolarità dei contratti (a riguardo è utile ricordare che, secondo le attività di vigilanza del Ministero, nel 2010 il tasso di rapporti di lavoro in nero in Lombardia era pari al 31%) ; l’inserimento di un articolo contenuto nel Protocollo d’intesa per la regolarità nel settore delle costruzioni della Prefettura di Milano e riguardante i settori di movimentazione della terra, notoriamente interessati da pesanti infiltrazioni.

Tre proposte di buon senso, utili a rendere davvero efficace l’azione di questa nuova legge, ma Pdl e Lega hanno ritenuto necessario rigettarle.

Resto convinta che, di fronte alla pervasività della presenza mafiosa in Lombardia, occorra il massimo sforzo delle istituzioni per porre un argine al dilagare di tale fenomeno.

Anche recentemente c’è stato chi da posizioni pubbliche di rilievo ha sostenuto che la ‘ndrangheta qui non esiste. Per fortuna le inchieste in corso, i dati allarmanti che pongono la nostra regione in alto alla classifica per numero di beni confiscati, Milano assurta a capitale europea del consumo di cocaina e molte voci autorevoli, da Mario Draghi a Giuseppe Pignatone, alzano definitivamente il velo su una situazione drammatica e sulla ventennale omertà, anche delle classi dirigenti, che l’ha favorita

Lascia un Commento