permalink

0

Caro celeste, la Lombardia non vuole il nucleare!

Durante la campagna elettorale per le regionali, Formigoni aveva spergiurato che, pur condividendo le scelte del Governo sul nucleare, la Lombardia non avrebbe ospitato nessuna delle centrali previste.

Ma ora che le elezioni sono passate ha cambiato idea.
Oggi è il neoministro dello sviluppo economico Paolo Romani a informarci che uno dei siti per i nuovi impianti sarà localizzato proprio nella nostra regione, perché Formigoni si è reso disponibile in tal senso.

Al celeste vorremmo ricordare che non troverà la strada spianata. Siamo convinti che sia del tutto inopportuno investire, qui e nell’intero Paese, su una tecnologia sorpassata, costosa e altamente rischiosa per la salute.

Certo, ci è chiaro come una scelta del genere risponda agli interessi affaristici che ruotano intorno alla Giunta regionale. E a maggior ragione saremo determinati nella nostra battaglia contro il nucleare, sicuri di incontrare il sostegno di larga parte dei cittadini della Lombardia

Lascia un Commento