permalink

0

Caso Boni: Pdl e Lega sempre più arroganti.

Con il voto a maggioranza della Giunta per il regolamento, Pdl e Lega confermano e addirittura aggravano la forzatura di martedì, ledendo ancora una volta e ancor più pesantemente i principi del confronto democratico. Per almeno due ordini di ragioni.

Innanzitutto, che lo stesso Boni abbia partecipato alla seduta, per di più in qualità di presidente, va contro qualsiasi presupposto di garanzia e legittimità della decisione. E poi questo organismo non ha alcuna competenza in materia, non è certo suo compito valutare e dichiarare l’ammissibilità o meno delle mozioni.

Insieme a tutte le forze di opposizione non abbiamo partecipato al voto e martedì ripresenteremo la richiesta al Consiglio di invitare Boni a dimettersi dal suo incarico. Ora manca soltanto che lui presieda anche in Aula e si renda responsabile, non accogliendo il documento, dell’ennesimo sfregio istituzionale e pure della propria autoassoluzione politica senza confronto alcuno.

Oggi lo ha annunciato, staremo a vedere se l’arroganza e la sfrontatezza di questo centrodestra al capolinea potranno arrivare a tanto.

Intanto, per parte nostra, non ci stanchiamo di sollecitare l’unica via d’uscita possibile: Formigoni vada a casa e si torni subito alle urne

Lascia un Commento