permalink

3

Ci diranno

Elezioni 2012Ci diranno che l’Italia non è la Francia.
Che in Italia non si può.
Che così in Italia non si vince.
Non sono bastate la Puglia di Nichi, la Milano di Giuliano, la Cagliari di Massimo.
Non è sufficiente vedere l’entusiasmo di Genova e senza andare troppo lontano quello di Melegnano o Senago.
I cittadini scelgono le persone, le capacità e le proposte molto prima delle alchimie di partito.
E queste sono una risorsa che alla sinistra non è mai mancata.
Ma forse, per loro, è più facile lasciare tutto a Grillo.

3 Comments

  1. …. ed è anche meglio per tutti i cittadini “non casta” che i grillini ( non Grillo) sostituiscano questa schiatta di cialtroni in GRANDISSIMA parte suddivisi in corrotti e corruttori e parte collusi con i primi …!!!!

    • al di là del dubbio significato dell’espressione “schiatta di cialtroni”, ritengo che i grillini, considerati come un tutto, siano un coacervo di arroganti, ignoranti e narcisi, che ritengono di poter decidere di tutto sebbene abbiano serie difficoltà nel parlare, nel leggere e nello scrivere (dal che si potrebbe ritenere che anche nel pensare possano avere dei seri problemi). Dunque speriamo in altri validi rappresentanti di idee pensate e valutate, invece che l’esercito di un tiranno demagogo.

      • Attenzione alle demonizzazioni. Si deve capire come mai il 5 Stelle raccoglie tanti voti. Per anni qualcuno ha detto che i berluscones erano degli ignoranti, ladri  o giù di lì e intanto hanno dominato la scena politica per quasi due decenni. Secondo Ilvo Diamanti gli eletti grillini sono mediamente ben preparati. Certo Grillo è indigeribile. 

Lascia un Commento