permalink

0

Brunetta d’oro

Vincere il “Brunetta d’oro” deve essere una di quelle cose che si scordano difficilmente.
Di sicuro difficilmente lo scorderà Antonella A. insegnante, abitante a San Donato Milanese e iscritta alla graduatoria del Ministero della Pubblica istruzione dal 1987.
È lei a vincere il titolo di precario della scuola lombarda con più anni di precariato alle spalle.

È questo il risultato del “concorso” lanciato dal Codacons contestualmente all’avvio di una class action contro il Ministero in relazione alla direttiva UE 1999/70/CE

Troppe sono le situazioni simili e per quanto paradossale, non è difficile immaginare questi 24 anni fatti di un peregrinare da una scuola all’altra.
Il tutto per una legislazione che pone un’indiscutibile e vergognosa discriminazione tra pubblico e privato.

Le oltre 2000 adesioni regionali all’iniziativa del Codacons rendono perfettamente l’idea delle dimensioni della questione. Una questione che in Italia riguarda, è bene ricordarlo, oltre 245.000 dipendenti della pubblica istruzione e la cui soluzione purtroppo non sembra essere in vista.

Lascia un Commento