permalink

0

Un passo avanti contro il cyberbullismo ma un’occasione mancata contro omofobia e sessismo

contrasto al cyberbullismo

Oggi in Aula ho votato a favore della nuova legge di contrasto al cyberbullismo. Bene, se non fosse che il mio emendamento, con il quale ho chiesto di inserire nell’articolato un riferimento specifico agli atti di sopraffazione legati alle questioni di genere, è stato respinto.

Abbiamo certamente compiuto un passo avanti. Ma penso che questo provvedimento rappresenti anche un’occasione sprecata dalla politica per segnare un impegno esplicito contro l’omofobia e il sessismo, riconoscendoli come la forma più diffusa di bullismo.

Le donne sono le principali vittime della violenza via web, mentre il disprezzo per le persone omosessuali è tra le cause scatenanti che si riscontrano con maggiore frequenza. Si tratta di un fenomeno drammatico nel suo complesso e in questi aspetti in modo particolare. Bene quindi la legge, ma avremmo voluto un’attenzione dichiarata e specifica per il bullismo di stampo sessista e omofobo.

Chiara Cremonesi

Ps: qui ne ha parlato affaritaliani.it

Lascia un Commento