permalink

1

Dalla parte del lavoro

Oggi c’è lo sciopero di 8 ore indetto dalla Fiom.
Nello specifico la mobilitazione è stata indetta per affermare l’illegittimità degli accordi raggiunti con l’esclusione del sindacato dei metalmeccanici più rappresentativo.

Io sono dalla loro parte e con loro nel corteo che parte da Porta Venezia.

Perché in gioco, ancora una volta, ci sono i diritti dei lavoratori. Più in generale si tratta di ribadire la centralità del lavoro nell’agenda politica sia regionale che nazionale.

E’ inutile negarlo, siamo ancora nel pieno di una crisi devastante e per questo lavoro, diritti e reddito devono essere la priorità.

1 Comment

  1. Roberto Gasperoni 8 dicembre 2012 at 19:20 Reply

    Sono ormai 40 anni che sono iscritto alla CGIL però non sono soddisfatto a pieno. Landini è dalla parte dei cittadini e dei lavoratori ma la Camusso che è stata messa lì dal PD non lo è. La prova è stata quando Landini si è schierato apertamente contro la Tav e la Camusso il giorno dopo ha dichiarato che la Tav bisogna farla. Ma insomma quando staccheremo quel cordone che unisce il sindacato ai partiti?

Lascia un Commento