permalink

0

Per il 2018 subito in campo con un progetto che guarda al “modello Milano”

Elezioni 2018

Le classifiche sul gradimento degli amministratori sono di per sé volatili: basti pensare che il sindaco indicato come il più amato d’Italia dal Governance Poll di Ipr Marketing del gennaio 2014, il pavese Alessandro Cattaneo, solo cinque mesi più tardi uscì sconfitto dal ballottaggio delle amministrative. Maroni dunque non si monti la testa per il suo odierno terzo posto.

Certo è che per parte nostra, in vista delle regionali del 2018, siamo chiamati a costruire in tempi rapidi un progetto credibile da proporre ai lombardi, un progetto capace di rilanciare la competitività della nostra regione e un suo ruolo di traino per l’intero Paese

Credo che la Lombardia meriti molto di più dell’immobilismo nel quale Maroni la lascia galleggiare evitando così di mettere a rischio il proprio consenso. C’è bisogno di un cambio di passo, occorre intercettare i bisogni inascoltati dei cittadini e restituire loro risposte efficaci insieme a una visione di prospettiva e di speranza. Sentiamo una responsabilità vera in questo passaggio e siamo pronti da subito a lavorarci, sapendo che il modello Milano rappresenta un riferimento forte per un progetto che punti a riconquistare la Regione.

Lascia un Commento