permalink

0

Fattore famiglia: una legge iniqua

Con un blitz notturno, il Consiglio regionale ha approvato la legge sul fattore famiglia.
Una legge sperimentale, che riguarderà per ora solo 15 comuni.
Una legge che serve alla propaganda di Formigoni per la visita del papa a maggio e dalla natura fortemente ideologica.
Insomma una legge dai risvolti pericolosi.

Si tratta dell’introduzione di un nuovo sistema che supera l’ISEE premiando le famiglie numerose.
Ma noi ci chiediamo se sia questo il modo di affrontare le fragilità e le difficoltà delle famiglie.
In realtà si creano molte distorsioni: le famiglie oggi sono articolate e il sostegno dev’essere dato a chi rientra in determinati parametri economici.

Una madre single con un figlio può essere più fragile di una famiglia con padre, madre e quattro figli.
Abbiamo però la speranza che venga impugnata dal governo visto che nell’art. 5 della manovra “salva-Italia” l’esecutivo si impegna a revisionare l’ISEE entro la fine di maggio, per rendere questo strumento più equo e omogeneo.

Questa modifica nazionale di fatto vanifica ogni atto regionale.

Lascia un Commento