permalink

1

Formigoni ammette il fallimento sul trasporto pubblico locale

Oggi Formigoni ci ha dato due notizie: la prima è che dopo 17 anni anche lui ammette che il trasporto pubblico lombardo è insufficiente a tal punto da non poter reggere la mannaia della spending review, nonostante il Governo Monti sia sorretto dal suo stesso partito; la seconda è che gli scandali di questi mesi e gli sprechi ad Maugerum non gli permettono minimamente di sedersi alla tavolo della trattativa sui tagli alla sanità.

1 Comment

  1. E ci voleva lo spending review per fargli capire che i trasporti in Lombardia sono tutt’altro che l’eccellenza che va sbandierando?
    Lui e il suo degno compare Cattaneo (e prima di lui Alessandro Moneta, prima ancora Massimo Corsaro) hanno promesso per anni un sistema ferroviario da fantascienza, e oggi i treni (i TAF nuovi di zecca) hanno gli stessi identici problemi di quelli vecchi, tant’è vero che anche in questi giorni vengono fatti viaggiare con l’aria condizionata SPENTA. Vallo a spiegare poi ai pendolari che subiscono i vari Caronte e Minosse intrappolati in una serra su rotaie…
    Ecco, per usare una simpatica metafora, direi che i convogli di TreNord sono come la giunta Formigoni: belli da vedere dal di fuori ma marci dentro!
    Sulla questione sanità non mi esprimo, è completamente fuori dalla mia comprensione.

Lascia un Commento