permalink

0

Formigoni è malinconico per la Minetti? Meglio atti concreti.

Roberto Formigoni ha capeggiato il listino elettorale “Per la Lombardia”: il suo volto, il suo nome gli hanno dato il segno, la responsabilità politica, i voti. Dunque, c’è un legame profondo tra lui e tutti quelli che lì sono stati collocati.

Presidente, su questo punto, che richiama la sua posizione e la onorabilità politica, non ha altro da dire se non informarci della sua malinconia?

Della quale, ci permetta, poco ci importa. Vorremmo invece sapere se intenda continuare ad avere a che fare con due suoi vicini di posto (in lista) i cui comportamenti – e benché in fase iniziale anche le cui responsabilità – sono lontani mille miglia dalle istituzioni che dovrebbero rappresentare.

E ci sono pure assessori che magari dovrebbero dire qualcosa, dato che hanno anch’essi condiviso (insieme a molti altri autorevoli esponenti del centrodestra lombardo) la collocazione nel listino, dovendosi addirittura accontentare delle ultime fila per fare spazio a persone improvvisamente catapultate nella politica che stanno dimostrando – ci pare – di non avere la necessaria sensibilità istituzionale.

Lascia un Commento