permalink

0

Formigoni getta la maschera

Oggi in aula abbiamo assistito a uno spettacolo surreale.
Surreale per il senso smarrito dell’istituzione, surreale per la democrazia stessa.

Formigoni che insulta il presidente de gruppo consiliare dell’Idv tra gli applausi e le risa della sua maggioranza ha segnato davvero il punto più basso di questa legislatura e non solo.

In un clima da fine impero, un presidente di Regione che ha in carico sette tra assessori ed ex assessori inquisiti o condannati non solo si lascia andare a volgarità e ingiurie, segno del suo malcelato nervosismo, ma si esibisce a propria difesa, con il sostegno sguaiato dei suoi, in un siparietto buffonesco, indegno di un’assemblea legislativa, per numeri e importanza la terza del Paese.

Formigoni, a maggior ragione ora dopo il suo comportamento irrispettoso, non ha più alcuna legittimità a rappresentare i cittadini lombardi.

Si dimetta Boni, restituendo autorevolezza all’ufficio di presidenza. E subito dopo si dimetta anche l’ex celeste. Il voto è l’unica via praticabile per sottrarre la Regione al discredito in cui questo centrodestra l’ha gettata e per ridare fiato e voce alla buona politica.

Lascia un Commento