permalink

0

Il collegato è un polpettone

Il collegato approvato in Aula è un polpettone che condensa in un unico provvedimento troppi temi sui quali sarebbero necessarie leggi organiche. A partire, per esempio, dalla questione dei periodi di studio all’estero per i giovani che avrebbe bisogno di essere affrontata in una prospettiva ben più ampia, non inserita in una normativa sull’immigrazione con la quale ha davvero poco a che fare.

Il nostro lavoro, comunque, si è in particolar modo concentrato sulle modifiche alla legge di governo del territorio. Invano, abbiamo tentato di impedire che venissero introdotti in una norma urbanistica principi discrezionali, come il rispetto della sicurezza urbana, o addirittura desueti come quello del decoro, nell’individuazione delle destinazioni d’uso degli immobili. E anche riferimenti ambigui a edifici per “associazioni, società o comunità di persone in qualche modo riconducibili alla religione”, concetto aperto alla più libera interpretazione, con il rischio di ricadute sulla finanza pubblica considerati gli sgravi fiscali di cui già le strutture religiose godono.

Ma soprattutto, nel ribadire le critiche all’impianto della legge 12, abbiamo voluto sottolineare come occorra una riflessione sullo strumento del Pgt, visto che solo un terzo dei Comuni è finora riuscito ad approvarlo e che siamo al terzo slittamento dei termini. Non eravamo d’accordo sullo spostamento della scadenza per i piani attuativi al prossimo 31 dicembre, onde evitare ritardi dovuti a inerzie o, perché no, a ragioni interessate e riteniamo un nostro risultato significativo la mediazione ottenuta sul 30 settembre.

Infine, su tutt’altro tema inserito in questo corposo collegato, ci prendiamo un’ulteriore piccola, ma importante soddisfazione. Quella di essere riusciti a escludere, con un nostro emendamento, l’estensione del vitalizio ai sottosegretari di Formigoni, che, in quanto figure “coadiuvanti” non elette, hanno chiaramente diritto a un’indennità, ma di certo a nulla più. Anche perché siamo convinti che occorrerebbe un ragionamento più generale sull’opportunità del vitalizio per gli stessi consiglieri

Lascia un Commento