permalink

0

Il Parco Sud non merita un inceneritore

Ieri sindaci e cittadini dei comuni a sud di Milano hanno manifestato, in un corteo che da Opera è arrivato fino in via Ripamonti, contro la realizzazione dell’inceneritore che la Moratti vorrebbe costruire dentro i confini del Parco Sud.

Non è davvero comprensibile come il Sindaco di Milano possa ipotizzare una soluzione di questo tipo per un’area soggetta a vincoli paesaggistici e ambientali, una delle ormai poche aree rimaste in Provincia di Milano caratterizzate da una vocazione rurale. Vocazione che, tralasciando per un momento i rischi sanitari per la popolazione, sarebbe seriamente compromessa dalla realizzazione di questo progetto.

Non credo che questa sia la soluzione ai problemi del ciclo dei rifiuti, perché invece è indispensabile una nuova e precisa analisi della loro produzione nella Provincia di Milano, oltre che una valutazione degli inceneritori già esistenti su tutto il territorio regionale, con verifica del loro livello di efficienza sia sotto il profilo ambientale che sotto il profilo economico.

Credo che la soluzione del “problema rifiuti” passi attraverso politiche volte a promuovere la loro riduzione alla fonte, il recupero di materia ed energia e il riutilizzo del materiale proveniente dal riciclo.

In tal senso, Sel sarà impegnata anche in Consiglio regionale a difendere le ragioni di cittadini e amministratori locali contro ogni ipotesi di termovalorizzatore nel Parco Sud Milano.

Lascia un Commento