permalink

1

Immigrati e diritto alla salute

L’immobile giunta Maroni, dopo l’inno lombardo, punta su un’altra battaglia ideologica e di retroguardia, ma sempre utile per rinvigorire un elettorato in evidente sofferenza: quella contro gli immigrati. Prima le dichiarazioni dell’assessora alla sicurezza Bordonali che invoca la stipula di un immaginario protocollo (sottoscritto con chi?) per bloccare i flussi degli immigrati in Regione Lombardia. Poi, l’alzata di toni sulla salute per i cittadini stranieri. E’ questo un tema molto importante e delicato sul quale abbiamo lavorato anche in passato. Mentre infatti altre istituzioni hanno applicato l’accordo Stato-regioni che prevede il riconoscimento dell’assistenza sanitaria per gli immigrati e l’iscrizione obbligatoria al sistema sanitario dei minori (vedi ad esempio la Regione Puglia), il Consiglio regionale ha bocciato una mozione del centrosinistra sull’accesso alle cure dei minori non regolari. Tesi ribadita in queste ore anche dall’assessore alla sanità Mantovani che evidentemente vuole mantenere lo status quo di bambini che non sono mai stati visitati da un medico o che hanno avuto accesso alle cure solo attraverso i Pronto Soccorso degli ospedali.

Confidiamo molto nel ricorso al tar contro l’applicazione dell’accordo di “Avvocati per niente”, Asgi e Naga.

salute

1 Comment

Lascia un Commento