permalink

1

In attesa che il celeste…

In attesa che Formigoni scelga la versione definitiva sulla vicenda Maugeri/Daccò (siamo a sette tutte differenti e tutte smentite) e si decida a fare ciò che i cittadini lombardi gli hanno chiesto con le elezioni amministrative, abbiamo presentato al gruppo di lavoro sulla riforma elettorale le linee guida che riteniamo necessarie perché non sia più possibile un nuovo sistema Formigoni.

In una versione soft, che è possibile approvare immediatamente anche in caso di dimissioni del celeste e che prevede l’abolizione del listino e l’introduzione della doppia preferenza di genere “uomo – donna”, ma anche in una versione più organica che si basa sul modello elettorale in vigore per i comuni sopra i 15 mila abitanti, con l’estensione delle cause di ineleggibilità (anche ai casi di rinvio a giudizio o sentenze di primo grado per reati di mafia, terrorismo e contro la pubblica amministrazione), il vincolo di un massimo di due mandati, l’introduzione del voto agli stranieri e la riduzione dei rimborsi elettorali.

Qui è possibile scaricare la proposta completa