permalink

2

La buona politica

Ieri è stata una giornata emozionante, di quelle che mi rimarranno dentro per tanto tempo.

Una giornata fatta di buona politica, quella vera, fatta ascoltando i cittadini dalla loro diretta voce. Come è successo a Rozzano, dove nella sala gremita, centinaia di inquilini di appartamenti dell’Aler hanno raccontato e spiegato tutto il disagio di una situazione che negli ultimi quindici anni è solamente peggiorata. Ascoltarli e prendersi l’impegno di fare qualcosa per migliorare la loro condizione è una responsabilità politica vera, di quelle che mi hanno fatto appassionare alla lotta per il bene della comunità fin da quando ero una ragazzina.

E poi in serata l’iniziativa di “non chiusura della campagna elettorale” di Sinistra Ecologia e Libertà al Teatrino del Parco Trotter ha visto un intervento realmente entusiasmante di Claudio Fava, sicuramente un mio punto di riferimento politico. Si parlava di immigrati, della paura che molto sapientemente le destre stanno inculcando nel Paese. E Fava, spiegando che è arrivato il momento di gesti simbolici forti, ha ricordato l’episodio del re di Danimarca che, durante l’occupazione nazista, quando vennero promulgate le leggi razziali, percorse le vie del centro della capitale, a cavallo, con una stella di David gialla cucita sul petto. I nazisti capirono che in quel Paese non sarebbero riusciti a fare quello che stavano compiendo nel resto dell’Europa occupata.

Ecco, anche oggi abbiamo urgente bisogno di gesti simili.

2 Comments

  1. sono stata molto contenta ed emozionata anche io di partecipare al laboratorio al trotter, e di ascoltare claudio fava, sono stata onorata che abbia scelto di partecipare proprio a questo momento. è proprio il genere di politico, preparato, motivato, con una visione che condivido appieno, con valori che condivido appieno, che vorrei al governo.
    scelgo quindi di sostenere chi lui ha scelto di sostenere, ovvero voi! :-)
    grazie e complimenti.

Lascia un Commento