permalink

0

La secessione di Formigoni

Siamo al paradosso di un’alleanza talmente solida che, per dimostrarlo, ha bisogno di nascondersi dietro la clamorosa propaganda della secessione.

Cos’altro dire a proposito delle dichiarazioni congiunte del presidente Formigoni e del vicepresidente Gibelli sulla tenuta dell’asse Pdl e Lega dopo gli stravolgimenti nazionali?
Di fronte all’uno che parla della possibilità di separazione del Nord come ‘idem sentire di una fascia molto consistente della popolazione’ e all’altro che lo insegue paventandola come ‘rischio se la Lombardia fosse in qualche modo penalizzata’, ci sarebbe da ridere.

Ma la drammatica situazione che anche qui stiamo vivendo non lo consente. E allora resta soltanto da chiedere, con rigorosa serietà, dove siano stati Formigoni e Gibelli in tutti questi anni. Lega e Pdl hanno governato contemporaneamente la Regione e il Paese. Una lunga stagione di fallimenti i cui risultati sono oggi sotto gli occhi di tutti. Loro, non altri, hanno portato l’Italia al collasso.

E siamo convinti che adesso il comune sentire dei cittadini lombardi sia tutt’altro che la secessione: ricostruire al più presto, sulle macerie che il centrodestra ha lasciato, un’Italia dei diritti, dell’equità sociale, della legalità.

Lascia un Commento