permalink

0

Legambiente lancia l’allarme, la Regione fischietta.

Legambiente dati polveri sottili

I dati forniti ieri da Legambiente sull’andamento quotidiano delle polveri sottili delineano un quadro preoccupante per la Lombardia che registra il record nazionale negativo con la città di Cremona e superamenti prolungati dei limiti in tutti i capoluoghi. Niente di nuovo, naturalmente. Perché ormai non si può più parlare di emergenza, ma di una drammatica situazione strutturale. Di fronte alla quale la Regione dovrebbe fare di più, a partire da un atto di semplice e immediata realizzazione: inserire nel protocollo firmato con gli enti locali l’obbligatorietà delle misure antismog.

Maroni non può più sottrarsi alla necessità di assumere un ruolo di vera regia e di coordinamento. Non aver voluto rendere vincolanti per tutti i comuni dell’area critica le iniziative previste dall’accordo ne ha chiaramente indebolito l’efficacia. Ed è responsabilità della Regione porvi subito rimedio, almeno di fronte a numeri così allarmanti e a una condizione che incide pesantemente sulla salute e sulla qualità di vita dei lombardi.

Lascia un Commento