permalink

0

LETTERA APERTA A SINISTRA ITALIANA, MDP E POSSIBILE DELLA LOMBARDIA

Pirellone

Carissimi e carissime,
le elezioni nella nostra regione sono ormai imminenti e tutto fa pensare che si terranno in contemporanea con le elezioni politiche.
Come sappiamo non è stato possibile costruire il centrosinistra a livello nazionale per scelte e responsabilità chiare. Non possiamo però pensare di sacrificare la nostra regione e logiche nazionali o ipotizzare che i lombardi non siano in grado di distinguere diverse tipologie di elezioni o, peggio, rassegnarsi all’opportunistico “tanto non ce la possiamo fare” per lavarsi la coscienza mentre si rischia di consegnare per altri 5 anni la nostra regione al governo delle destre.
Un governo che dura da 23 anni e ha significato privatizzazioni nei campi della sanita e della scuola, voucherizzazione delle risposte ai bisogni, scempio ambientale, negazione dei diritti e della laicità e una lunga litania di vicende giudiziarie che hanno riguardato il governo regionale e le principali aziende partecipate dalla regione.
In Lombardia il centrosinistra unito è stato all’opposizione senza mai riscontrare divisioni significative e sarebbe incomprensibile inventarne ora per giustificare una divisione decisa pensando allo scenario nazionale.
In Lombardia il centrosinistra unito governa moltissimi comuni e capoluoghi di provincia a partire da Milano.
Il confronto programmatico in corso ed aperto ai contributi di tutti e tutte ha, fino ad ora, dimostrato la possibilità concreta di portare valori e proposte progressiste e di sinistra nella coalizione a partire dalla tutela del diritto alla salute, passando per la difesa del suolo. Dalla libertà di culto alla salvaguardia della laicità delle istituzioni. Dal sostegno alla scuola pubblica a nuove politiche per la formazione ed il lavoro.
In Lombardia è necessario l’impegno di tutte e tutti per non permettere che i processi di privatizzazione e scempio ambientale conoscano nuovi forse irreversibili passi avanti.
Ci rivolgiamo a voi per chiedervi di partecipare insieme e da subito alla costruzione di un progetto, a sostegno di Giorgio Gori, progressista, laico, ambientalista, civico e di sinistra che sappia rappresentare e dare voce alle istanze alternative che sono presenti nel territorio.
Ci rivolgiamo a voi convinti che in Lombardia sia possibile costruire un coraggioso laboratorio politico che possa porre le basi per il lavoro di ricostruzione che sarà necessario dopo le prossime elezioni politiche e non disperda il lavoro comune che tutto il centrosinistra ha fatto in questi anni.
Ci rivolgiamo a voi determinati a non sacrificare la nostra regione al quadro politico nazionale ben consci che la nostra Costituzione ha voluto livelli legislativi diversificati proprio per dare conto della complessità del nostro paese.
Dobbiamo, tutti insieme, avere l’ambizione di ingaggiare una battaglia elettorale difficile che potrebbe costituire la prima pietra di un paese migliore.

Campo progressista Lombardia

Lascia un Commento