permalink

1

L’insostenibile leggerezza di una telefonata

Chi più chi meno, tutti abbiamo chiamato un call center di una società telefonica.
Se avete chiamato il call center di Fastweb o Vodafone molto probabilmente vi avrà risposto un operatore della Ecare a Cesano Boscone.
Ok lo so, probabilmente vi avranno fatto attendere decine di minuti e anche arrabbiare ma oggi per i dipendenti della Ecare è un giorno importante; il primo sciopero nella loro storia.

Ecare, che occupa a Cesano circa 800 lavoratori con contratti quasi tutti a tempo indeterminato, vuole delocalizzare le commesse in altre sedi dove ci sono contratti precari e il costo del lavoro è minore.

Un altro pezzo di patrimonio professionale della Lombardia che rischia la dismissione.
Oggi si sono accesi i fari sulla loro considzione. Io li ho conosciuti. Continuiamo a seguirli insieme.

ps.
Dimenticavo: sulle attese, chiunque abbia lavorato in un call center sa che non è colpa degli operatori.
Chiunque abbia lavorato in un call center sa che le attese sono dovute a ritmi di lavoro massacranti, a una situazione di organico costantemente insufficiente.
Anche loro lo sanno, anche loro vorrebbero un servizio migliore.

1 Comment

  1. Sapessi come li capisco sono una persona di sessantasette anni costretta a lavorare perche’ la pensione non mi basta, mi sono ammalata di cancro. Poiche’ sono una co.co.co
    nessuno mi ha pagata a parte la pensione che ho ricevuto.Che futuro possono avere questi
    giovani precari che non possono contare su nulla se si ammalano E’ UNA VERGOGNA,spero che qualcuno faccia qualcosa..Auguri a tutti 800. una amica

Lascia un Commento