permalink

0

Ma che referendum? 46 Milioni su case popolari e welfare

Scopa

Non hanno fatto niente quando stavano al governo, con Roberto Maroni ministro. Con Maroni presidente, non hanno saputo costruire un modello di sviluppo per la Lombardia trascinandosi in un immobilismo da ordinaria amministrazione, pur a fronte delle importanti competenze che già la Regione ha.
Ma ora che siamo a fine legislatura chiedono più autonomia, senza precisare in quali ambiti e per quali obiettivi, millantando soldi che resteranno qui al pari del 75% delle tasse promesso nella scorsa campagna elettorale e mai visto.

Fa bene Giorgio Gori a ribadire come questo referendum sia soltanto ingannevole e dispendiosa propaganda di un centrodestra in difficoltà. Il punto vero della questione è che l’ingente costo di tutta questa enorme bugia non è a carico della Lega, ma dei cittadini lombardi.

A meno che Maroni non ci ripensi. è ancora in tempo per fare retromarcia: vada a Roma a intavolare una trattativa cui il governo si è detto disponibile e dirotti i 46 milioni di euro sull’emergenza abitativa con un’iniezione di fondi per le case popolari, per esempio, e sui servizi di welfare.
Queste sono le risposte che la Lombardia aspetta, non certo un’inutile consultazione popolare sul nulla.

Lascia un Commento