permalink

0

Ma-Vib: Regione Lombardia insufficiente

Promettere vigilanza e attenzione di fronte alla gravità di quanto accaduto è davvero troppo poco: la risposta dell’assessore Rossoni all’interrogazione urgente, presentata da tutte le forze di opposizione, sui licenziamenti di genere alla Mavib è del tutto insufficiente.
Non è difficile immaginare che il trattamento riservato alle tredici lavoratrici di Inzago  sia soltanto la punta di un iceberg. E le notizie di una vicenda analoga a Corbetta ce lo confermano. Credo che Regione Lombardia dovrebbe assumersi la responsabilità di dare un segnale forte: sostenere queste donne anche in sede legale, come avevamo chiesto, lo sarebbe stato.

Invece la risposta dell’assessore è stata al limite del generico. E questo proprio non può bastare se, come in questo caso, è messa in discussione la parità di genere, con l’annuncio di provvedimenti che ledono i diritti delle lavoratrici e la loro stessa dignità.

Continuerò a occuparmi della questione e a sollecitare la Giunta a iniziative ben più concrete della semplice censura o della solidarietà. Perché non è dato che un’istituzione possa restare indifferente e chiamarsi fuori rispetto a una tale discriminazione.

Lascia un Commento