permalink

0

Niente vitalizio per i sottosegretari di Formigoni.

I sottosegretari di Formigoni si configurano, secondo lo Statuto regionale, come “coadiuvanti” del Presidente.

Per questo, se appare evidente e fuori discussione che abbiano il diritto a percepire un’indennità per il ruolo svolto come è diritto degli assessori non eletti, risulta del tutto incongrua la previsione di un vitalizio che la Giunta ha tentato di inserire nel collegato ordinamentale 2011 e che li avrebbe assimilati allo status dei consiglieri regionali.

Per questo ho presentato in commissione bilancio un emendamento all’articolo relativo, che oggi in commissione è stato soppresso.

Un risultato soddisfacente, a cui però è necessario far seguire una riflessione più generale sui vitalizi ai consiglieri: essendo il vitalizio proporzionale al numero di legislature, funge evidentemente da potente acceleratore della presenza a lungo termine negli incarichi rappresentativi, cioè l’esatto contrario delle tanto invocate necessità di rinnovamento, rotazione e ringiovanimento nelle istituzioni

Lascia un Commento