permalink

0

Non escludiamo il Beccaria

sbarre-carcere

La mattina comincia, ancor prima prima del caffè, dai giornali.
Le elezioni e le polemiche tra i candidati mentre – troppo spesso – rimangono sullo sfondo i troppi problemi che attraversano la nostra Lombardia e l’Italia. Anche per questo stamattina la mia attenzione é stata rapita da l’intervista a Don Gino Rigoldi sulle pagine di la Repubblica Milano sull’IPM Beccaria che versa in una situazione disastrosa e preoccupante senza direzione né progettualitá.

Non c’è pace per questo istituto che tra difficoltá logistiche, colonie murine, episodi di aggressioni e disagio ha perso la bussola di un’impresa eccezionale quale il reinserimento sociale dei giovanissimi che sono finiti nel circuito penale. Una questione delicata che merita una regia pubblica e politica capace di affrontare una questione tanto difficile quanto fondamentale.

Grazie a Don Gino per avercelo ricordato anche con delle proposte da subito attuabili che speriamo smuovano tutte le istituzioni coinvolte e le portino ad un impegno concreto e urgente. Io ci sarò perché credo che la giustizia minorile e l’esecuzione penale non debbano essere rimossi ma rappresentino invece una cartina di tornasole dei diritti e del livello di civiltà del nostro paese.

A proposito mi piacerebbe, insieme ad Antonella Calcaterra e altri, organizzare un dibattito tra liste e candidati su questi temi? Chi ci sta?

Lascia un Commento