permalink

0

Per Apra servono investimenti e aumento d’organico

arpa-lombardia

Nonostante qualche miglioramento rispetto al testo iniziale, con questa ulteriore modifica della governance di Arpa si fa rientrare dalla finestra quel che era uscito dalla porta, riproponendo il tema dell’indirizzo politico in un ente che dovrebbe essere tecnico-scientifico.

La presenza di due assessori prevista nel nuovo comitato di indirizzo vanifica quella terzietà necessaria a garanzia di un adeguato svolgimento del ruolo di Arpa. E non si capisce perché la rappresentanza degli ambientalisti nell’organismo debba essere bilanciata da quella delle imprese, come se la tutela dell’ambiente non costituisse già di per sé anche un volano di competitività economica.

Il tema dei cambiamenti climatici e della salvaguardia dell’ecosistema rappresenta l’emergenza e insieme la sfida più importanti. Arpa avrebbe quindi bisogno di certezza della governance cioè di visione del futuro, di investimenti economici seri anche in virtù dei nuovi compiti assegnati dalla legge nazionale, per esempio sui delitti contro l’ambiente, e di un organico più consistente e adeguato alle necessità. Non certo di un’altra modifica a distanza di pochissimi mesi, finalizzata all’ennesima ingerenza fuori luogo della politica.

Lascia un Commento