permalink

0

Per una scuola pubblica

È partito questo pomeriggio in IV commissione il rush finale dell’iter del progetto di legge sulla crescita e lo sviluppo, che approderà in aula martedì prossimo.

Tra i circa cinquanta emendamenti che ha presentato il mio gruppo, uno dei punti fondamentali è rappresentato dalla proposta di abrogazione dell’articolo 8 che, al limite dell’incostituzionalità, prevede il reclutamento diretto degli insegnanti da parte dei singoli istituti, con l’evidente obiettivo di costruire un sistema di istruzione regionale libero dai vincoli nazionali.

Si tratta di un passaggio inaccettabile, che determina arbitrarietà nella selezione del personale e che compromette i principi di collegialità e democrazia nelle scelte scolastiche.

Per questo, oltre alla battaglia in Consiglio, domani saremo al fianco di docenti, studenti e cittadini che, a partire dalle 17, si riuniranno in presidio davanti al Pirellone per protestare contro l’ennesimo tentativo di Formigoni di scardinare la scuola pubblica italiana.

Lascia un Commento