permalink

2

Primarie per scegliere il candidato sindaco di Milano

leggi la mia intervista su Affaritaliani

2 Comments

  1. Trovo molto intelligente quello che hai detto, soprattutto mi è piaciuta la frase (ripresa da Vendola, dici tu): “Il Centrosinistra per ripartire deve consentire l’invasione di campo e non pensare che i cittadini siano degli spettatori che guardano la partita”. Ecco. Questo è ciò che è avvenuto in Italia negli ultimi 30 anni. Noi cittadini siamo sempre stati considerati come spettatori paganti di una partita di calcio dove pochi protagonisti fanno il brutto ed il cattivo tempo, ogni tanto vince uno, ogni tanto vince l’altro. Si spartiscono premi, coppe, lauti stipendi, ma nessuno pensa mai alle conseguenze della gente sulle tribune.
    Quando sento parlare di politica, i discorsi diventano sempre tutti molto teorici, quasi filosofici. Sembra sentir parlare gli economisti quando parlando di liquidità, cartolarizzazione, iniezione di capitale.
    Oh, ma basta!
    Loro fanno le leggi e le leggine a loro piacimento, ma intanto siamo noi a subirle, a dover arrivare alla fine del mese, a dover spaccare il capello in quattro quando LORO per salvare le imprese, parlano di mobilità, di necessità di sacrifici, di breve periodo di crisi. NOI la crisi la vediamo da troppi anni, da troppi anni non dormiamo di notte perché non sappiamo se domani arrivando al posto di lavoro, troviamo ancora la porta aperta. Siamo noi che al 26 del mese speriamo che il giorno dopo ci danno la busta paga.

    Quindi, visto che siamo noi a pagare perchè LORO possano giocare e divertirsi, almeno che ci diano la possibilità di scegliere chi ci deluderà, nella prossima legislatura, che sia nazionale, provinciale, regionale, comunale o anche solo per il sindacato dell’azienda.

    Oggi come oggi non abbiamo la possibilità di scegliere nulla. Possiamo solo dire “sono di sinistra” ed automaticamente devi accettare le persone “di pseudo-sinistra” che hanno più potere? No. Non ci sto.

    O mi fate scegliere chi votare, o il mio voto non lo avranno. Se il mio candidato alle primarie dovesse perdere, sono prontissimo a sostenere con il mio voto il vincitore. Ma voglio poter scegliere.

Lascia un Commento