permalink

0

Regione Lombardia ascolti l’Ispra e sospenda la caccia.

1439542817-501573905-incendio-boschivo

A fronte dei numerosi incendi ancora attivi in Lombardia, sollecitiamo la Regione, che proprio oggi ha annunciato di voler chiedere lo stato d’emergenza, a modificare il calendario venatorio e sospendere le attività di caccia nei territori interessati dai roghi, come consigliato dall’Ispra e visto il provvedimento analogo adottato dal Piemonte.

 

Già lo scorso agosto, l’istituto per la protezione e la ricerca ambientale aveva invitato le Regioni a limitare le attività venatorie in seguito alle particolari condizioni climatiche di questo 2017 e alla drammatica espansione degli  incendi che, insieme, rappresentano una condizione di rischio per la conservazione della fauna selvatica, con effetti negativi non solo nell’immediato ma anche in termini di riproduzione delle specie.

 

I roghi, probabilmente dolosi, che stanno mangiando centinaia di ettari boschivi tra le province di Varese, Como, Pavia, Lecco e Sondrio, con previsioni meteo che confermano anche per i prossimi giorni uno stato di perdurante siccità, impongono un’attenzione a tutela di animali il cui habitat è fortemente compromesso.

 

A Palazzo Lombardia chiediamo quindi di intervenire su tempi e modalità della caccia, seguendo le indicazioni dell’Ispra che prescrive di limitare le attività non solo nelle aree degli incendi, ma anche in quelle limitrofe, oltre che di attivare monitoraggi delle popolazioni di fauna selvatica per assumere eventuali misure di limitazione del prelievo.

Lascia un Commento