permalink

0

Regione Lombardia ascolti il comitato e cambi la legge

A oltre cinque mesi dal referendum su acqua e nucleare, crediamo che occorra tenere alta l’attenzione sul tema perché la decisione popolare democraticamente assunta lo scorso giugno non lascia spazio a rivisitazioni.

E ora che anche la Corte Costituzionale ha bocciato la legge lombarda di gestione del servizio idrico, mostrando tutta l’inadeguatezza di Formigoni e della sua Giunta, non è più rinviabile un nuovo provvedimento capace di rispondere all’esito referendario e ai rilievi di illegittimità.

La Commissione Agricoltura riceva quindi con urgenza in audizione il Comitato per l’acqua pubblica, le cui proposte di modifica della legge pensiamo debbano da subito diventare una priorità per il Consiglio.

Chiara Cremonesi
Giulio Cavalli

Lascia un Commento