permalink

0

Serve dismettere gli impianto obsoleti nel cremonese

Inceneritore

Alla luce delle importanti novità che sull’inceneritore si sono manifestate sul territorio cremonese, ci aspettavamo che la maggioranza desse seguito alla volontà già a più riprese espressa dall’assessore Terzi di accompagnare i territori alla dismissione degli impianti più obsoleti. E invece questo centrodestra si è dimostrato miope e incoerente.

Avevamo presentato il documento a maggior ragione dopo la lettera inviata nei giorni scorsi alla Regione da Lgh/A2a in vista della conferenza di servizio di mercoledì 12 luglio, lettera in cui il gruppo ha manifestato la volontà di ricercare soluzioni tecniche, industriali e organizzative per l’individuazione di un percorso sostenibile di dismissione dell’attività di incenerimento al 2024.

Con la mozione chiedevamo semplicemente che si impegnasse la Giunta ad accompagnare il gestore e gli enti territoriali coinvolti verso l’individuazione di soluzioni impiantistiche per elaborare entro un anno un progetto pilota per l’impianto, garantendo fin da subito il necessario supporto tecnico.

Invece il centrodestra non ha sentito ragioni. E il voto odierno risulta ancor più paradossale alla luce del fatto che già nel 2014 Regione Lombardia aveva approvato un protocollo per fare una valutazione tecnica dell’inceneritore valutando le possibili alternative e lavorando per un anno a fianco del Comune e della Provincia di Cremona per la redazione di un rapporto che aveva individuato dieci differenti scenari.

Lascia un Commento