permalink

1

Stop agli stereotipi

Bellissima l’iniziativa di un gruppo di giovani dipendenti pubblici che non ci stanno ad essere considerati fannulloni e privilegiati, come la spending review fa intendere.

Dice Lucilla Pirovano, promotrice dell’iniziativa e delegata CGIL: ”Noi siamo fieri di lavorare per i cittadini e siamo consapevoli che il nostro lavoro, le nostre scrivanie, tutto quello che ci occorre per lavorare, compreso il tempo, non è nostro ma è un bene comune che ci è stato affidato affinché se ne faccia l’uso migliore. La qualità del nostro lavoro determina la qualità dei servizi”.

Siamo perfettamente d’accordo con loro e pensiamo che, contrariamente a quanto previsto dal blocco delle assunzioni, nelle pubbliche amministrazioni c’è bisogno di giovani istruiti e capaci.

 

1 Comment

  1. AlessandroPaoloRho 20 luglio 2012 at 12:24 Reply

    E bbrava la Lucilla!!Che se ne resta a casa soltanto quando ne ha effettivamente bisogno!Brava anche a Te: Chiara!Buona giornata,S’andrhò

Lascia un Commento