permalink

0

Sulla legge 194 non ci sono più scuse

Sicuramente bisognerà leggere attentamente le motivazioni della sentenza, ma la bocciatura del ricorso alla Corte Costituzionale sulla legge 194 non lascia ulteriori appelli: la legge sull’interruzione volontaria di gravidanza non intacca alcun diritto inviolabile dell’uomo.
Dopo la sentenza diventa improrogabile la piena attuazione della legge 194 e una revisione alla pratica dell’obiezione di coscienza che nei fatti ne limita l’attuazione.
Così come diventa improrogabile per Formigoni rendere i finanziamenti alla legge quantomeno sufficienti alla sua attuazione, ponendo termine al depotenziamento dei consultori e introducendo le attività di formazione ed educazione alla sessualità previste.

Lascia un Commento