permalink

1

Tutti in piazza per il diritto al lavoro

Domani mattina sarò anch’io in piazza per aderire allo sciopero generale proclamato dalla Cgil. Quando Berlusconi, con l’ennesimo sproloquio, incredibilmente sostiene che “l’Italia è uscita dalla crisi” mentre è sotto gli occhi di tutti che le aziende chiudono e tanti, troppi lavoratori vengono licenziati o messi in cassa integrazione, così come troppi sono i lavoratori precari, è necessario protestare per rilanciare un piano per la piena occupazione e sostenere il reddito dei disoccupati e degli inoccupati; ridare dignità al lavoro a partire dall’aumento dei salari e delle pensioni; ristabilire una giustizia fiscale in modo che l’economia pubblica non sia sostenuta solo dalla tassazione dei redditi fissi, da lavoro dipendente e da pensione.

Bisogna combattere il lavoro nero e l’evasione fiscale e contributiva, combattere lo sfruttamento dei lavoratori più deboli, siano essi giovani, donne o immigrati.

L’appuntamento è per domani, 12 marzo, alle 9 ai bastioni di Porta Venezia. Per il futuro nostro e delle prossime generazioni!

1 Comment

Lascia un Commento