permalink

0

Una via per Anna Politkovskaja

Il 7 ottobre 2006 Anna Politkovskaja, giornalista famosa in tutto il mondo per i suoi reportage sugli orrori della guerra in Cecenia, viene assassinata a Mosca nell’ascensore del suo palazzo, mentre stava rincasando.

Non dimenticare quella storia, quell’esempio, il sacrificio di una donna coraggiosa è un dovere. Perché la violazione dei diritti umani è qualcosa che ferisce tutti, indipendentemente dalla nazionalità. Perché la libertà di stampa è un pilastro della democrazia, e noi in Italia dopo quasi un ventennio di berlusconismo ne sappiamo qualcosa.

L’associazione Annaviva, nata a un anno dall’omicidio per tenere una luce accesa sulla violazione dei diritti umani e sulla libertà di stampa, lancia un appello per intitolare una via di Milano ad Anna Politkovskaja.

Credo sia un gesto che la Milano che si avvicina all’Expo abbia l’obbligo di concedersi, per non dimenticare quello che è successo e quello che può sempre succedere di nuovo.

Lascia un Commento