permalink

0

Verità per Giulio Regeni: anche il Pirellone esponga lo striscione di Amnesty

Verità per Giulio Regeni

Sono passati 365 giorni da quando Giulio Regeni è stato rapito, torturato e ucciso al Cairo. E ancora sul suo arresto, sulla sua sparizione e sul suo omicidio non si è fatta luce. Per questo, perché non venga dimenticato, chiediamo che il Pirellone, come già da tempo Palazzo Marino insieme a molte realtà scolastiche della Lombardia, aderisca alla campagna di Amnesty International esponendo lo striscione giallo che chiede verità.

Vista la sensibilità già dimostrata a luglio dall’Ufficio di Presidenza che, a sei mesi dalla scomparsa di Giulio, aveva illuminato la facciata del Pirellone con una scritta per Regeni, dopo un anno intero trascorso senza giustizia per il giovane ricercatore friulano e per la sua famiglia, sarebbe bello e opportuno un gesto che possa anche visivamente tenere alta l’attenzione sul caso. Molte istituzioni hanno da subito scelto di appendere il drappo giallo: spero che il Consiglio regionale della Lombardia voglia ora fare altrettanto, dando il proprio simbolico contributo alla ricerca irrinunciabile della verità.

Lascia un Commento